ACACIA & ALBIZIA

FAMIGLIA

MIMOSACEE

CULTIVAR E DESCRIZIONE

ACACIA. FARNESIANA (MIMOSA)
A. DEALBATA SEMPERFLORENS
A. BAYLEYANA

ALBIZZIA julibrissin (Albizzia)
L'origine subtropicale ne rende consigliabile o necessaria la protezione invernale. Nonostante sia decisamente decorativa per il suo fogliame composto e per la vistosa fioritura piumosa, questa pianta tende a dare ben poca soddisfazione a chi la coltivi come bonsai, per la difficoltà di gestirne la struttura (oltre che per la grande dimensione delle infiorescenze).
A. ROSEA

ROBINIA PSEUDOACACIA (Acacia, vedi Gaggìa) (Papilionacee)
Si tratta di una leguminosa, e come tale ha le foglie sempre composte, perlopiù pennate.
Le leguminose hanno una particolarità: dei noduli si formano a livello e aderenti alle loro radici, che instaurano una simbiosi con dei batteri azotofissatori (in grado di “catturare” e trattenere in una forma disponibile per la pianta l’azoto atmosferico o presente nel terreno). La zolla si arricchisce perciò di nutrimento nitrico. Tale fenomeno è utilizzato in agricoltura col sovescio, rivoltando cioè con l'aratura il terreno dei campi dove sono state coltivate di proposito piante con tali proprietà, per fertilizzarlo.
I fiori delle Acacie sono raccolti in spighe, grappoli o pannocchie. I frutti sono baccelli o legumi, di solito appiattiti.
Si tratta di un albero resistente all’inquinamento e rustico, spesso usato nelle alberature cittadine. La chioma è infatti a forma d’ombrello e molto ornamentale.

STILI PIU' ADATTI

Come tutte le leguminose questi soggetti non sono facili da strutturare a bonsai per la loro tendenza a cacciare in modo imprevedibile dopo delle potature e soprattutto cimature, lasciando invece spesso seccare le parti (coinvolte) sulle quali si interviene, sia con le forbici, sia con l'applicazione del filo e le necessarie manipolazioni.

TRAPIANTO, RACCOLTA E SUBSTRATI

La maggior parte delle leguminose ama un substrato lievemente acido, per cui il terriccio sarà costituito da terra di giardino, torba o composta vegetale e sabbia in parti uguali.

POTATURA DI FORMAZIONE

APPLICAZIONE DEL FILO

CIMATURE E POTATURE SPECIALI IN FASE VEGETATIVA

TECNICHE PARTICOLARI

FERTILIZZAZIONE ED ALTRI TRATTAMENTI

PREVENZIONE E CURA DELLE MALATTIE

Può essere aggredita da cocciniglia e i germogli da afidi.

ALTRO

Fiorisce tra giugno e agosto, con infiorescenze sferiche di colore rosato: quelle rosa più carico appartengono a soggetti meglio resistenti al freddo.